Home page

Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente

Albo Pretorio Online

Albo Pretorio Online

Area inclusione

Area inclusione

Link Utili

Registro elettronico Nuvola

MIUR

Servizi offerti alle Pubbliche Amministrazioni

Ufficio scolastico regionale per la Lombardia

USR Lombardia Ufficio XI Brescia

Il portale dell'orientamento al secondo grado e al post diploma

La bussola della trasparenza

La bussola della trasparenza
La scuola

P.O.F.T. (Piano dell’Offerta Formativa Triennale)

 

4.1. Natura e scopo del documento
Il Piano triennale dell’Offerta Formativa (P.O.F.T.) è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia.
Questo documento illustra la proposta didattica e formativa dell’Istituto e le scelte da esso operate in merito al complesso dei servizi che intende offrire.
Nella definizione di un Piano coerente con gli obiettivi generali ed educativi determinati per ogni ordinamento ed indirizzo di studi il Collegio dei Docenti dell’Istituto Tecnico Statale (ITS) “Cesare Battisti” intende fare riferimento ad una concezione della scuola che sia non solo il risultato del lavoro degli insegnanti, ma che tenda ad un modello educativo e formativo ed ad una organizzazione che siano condivise anche dalle altre componenti della scuola stessa: studenti, famiglie, personale non docente.
Una scuola come servizio alla collettività delle proprie componenti e del proprio territorio, al fine di preparare uomini e donne, cittadine e cittadini, responsabili e consapevoli, in grado di interagire con una società sempre più mutevole e complessa.
La società contemporanea infatti è caratterizzata sempre più da diversificazione e complessità: le idee, i valori, i riferimenti sono diventati variabili e instabili, “liquidi”, di conseguenza i modelli di apprendimento, di vita e di lavoro sono soggetti a rapide e profonde trasformazioni.
La società complessa nelle sue strutture e nei suoi saperi richiede una scuola altrettanto articolata, “complessa” nella sua organizzazione e nei suoi saperi, capace di cogliere le richieste provenienti dal sociale, di intuirne i bisogni sommersi, di promuovere nuove e più consapevoli domande, sì da essere asse trainante dei sistemi produttivi, lavorativi e culturali.
La scuola deve raccogliere la sfida della complessità e per rispondere in modo efficace alle dinamiche del processo formativo e alle istanze di una società tecnologica deve essere sempre più agenzia di promozione dello sviluppo sociale, culturale ed economico della comunità, per tradurre in azione unitaria gli interessi pluriarticolati della società post-moderna.
Alla luce di queste considerazioni, l’ITS “Battisti” ha come obiettivo il successo formativo degli studenti, attraverso l’acquisizione di conoscenze, competenze e capacità critiche per preparare gli allievi alla vita in comunità e alla cittadinanza attiva e per ridurre la distanza oggi esistente tra l’Istituzione scolastica e il mondo del lavoro.
  • L’Istituto vuole dunque orientarsi ai seguenti criteri ed obiettivi generali:
    centralità dello studente come soggetto attivo e consapevole del proprio percorso di maturazione e crescita culturale, affinché possa affrontare, con flessibilità ai cambiamenti, le innovazioni e le trasformazioni che si manifesteranno nell’ambito professionale;
  • favorire l’inclusione e l’integrazione senza discriminazioni;
  • lotta alla dispersione scolastica ponendo in primo piano i bisogni degli studenti, che si trovano in difficoltà e che necessitano di un aiuto mirato per non essere esclusi o costretti ad abbandonare la scuola;
  • favorire l’educazione ad una cittadinanza attiva e consapevole, con apertura alle realtà culturali, sociali ed economiche del territorio;
    ITS “C. Battisti” Salò Pag.8/79 P.T.O.F. – REV00 – 16/12/2015
  • attenzione alla formazione professionalizzante, favorendo l’innovazione tecnologica (laboratori, materiali, strumentazione) e la ricerca di nuovi percorsi formativi e metodologie didattiche, in un confronto continuo con il territorio ed il mondo del lavoro;
  • favorire il coinvolgimento e la collaborazione tra tutte le sue componenti;
  • trasparenza dei percorsi e delle scelte culturali, didattiche, organizzative e finanziarie.
4.2. Vision, mission e principi ispiratori
  • La Vision dell’Istituto è rappresentata dai seguenti elementi:
    fare dell’Istituto un luogo di innovazione e un centro di aggregazione culturale e relazionale per i giovani e le famiglie del territorio, creando occasioni e opportunità di crescita personale e professionale continua, favorendo la partecipazione;
  • fare in modo che l’istruzione diventi sempre più lo strumento per sviluppare lo spirito critico dei nostri studenti e promuovere la loro autonomia nelle scelte di vita, di studio e di lavoro;
  • favorire maggiore integrazione tra la scuola e il territorio attraverso un’attenta lettura dei bisogni formativi e delle esigenze culturali, sociali e di sviluppo, con conseguente adeguamento dell’offerta a tali bisogni;
  • diventare un punto di forza dinamico del territorio e della sua crescita sociale economica e culturale;
  • utilizzare in modo sinergico le potenzialità culturali, economico-sociali, istituzionali presenti nell’Istituto;
    La Mission dell’Istituto si concretizza attraverso le azioni dell’accoglienza, della formazione, dell’orientamento ed in particolare pone l’accento su:
  • offrire un processo di istruzione, fondato sulle competenze, nel rispetto dell’individualizzazione dei tempi e dei modi di apprendimento, vissuto da ogni studente e dalle famiglie come formazione della persona e del cittadino, capace di far maturare una coscienza civica e sociale, fondata sul dialogo, la legalità e la responsabilità personale;
  • attivare azioni per valorizzare le eccellenze e supportare gli alunni in difficoltà, contrastando la dispersione scolastica e favorendo l’integrazione;
  • predisporre azioni per favorire l’accoglienza di studenti, famiglie, personale in un’ottica di collaborazione ed appartenenza;
  • incoraggiare la creatività e lo spirito di imprenditorialità, promuovendo collaborazioni e accordi strutturati con il mondo imprenditoriale e le realtà produttive del territorio;
  • creare spazi di formazione per tutte le componenti ed il territorio per un’educazione permanente.
    I principi fondamentali a cui si ispira l’attività dell’Istituto hanno come fonte diretta gli articoli 3, 33 e 34 della Costituzione Italiana, nonché il DPR 249/1998, integrato dal DPR 235/2007, recante lo Statuto degli Studenti e delle Studentesse, e si possono così sintetizzare :
  • UGUAGLIANZA ED IMPARZIALITÀ
  • SUCCESSO SCOLASTICO E FORMATIVO
  • ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE
  • ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ
  • AUTONOMIA PERSONALE E DI PENSIERO
  • EFFICIENZA, TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE
  • LIBERTÀ D’INSEGNAMENTO ED AGGIORNAMENTO
4.3. Analisi del contesto socio-economico

La scuola come variabile dipendente è in interrelazione con le altre strutture e istituzioni sociali, economiche e culturali di cui subisce l’influsso e su cui lo esercita a sua volta, contribuendo in tal modo al mantenimento o al mutamento del sistema globale.
Nella sua configurazione strutturale-organizzativa, la nostra scuola si presenta come “sistema aperto”, ossia in interscambio con l’ambiente esterno, il territorio, in un continuo processo di azione e controllo dell’effetto conseguente (feed-back).
L’ITS “Battisti”, situato nella città di Salò, costituisce un importante polo scolastico di riferimento per un bacino di utenza che comprende la Riviera occidentale del lago di Garda, la Valtenesi, la Valle Sabbia e la zona pedemontana tra Mazzano e Gavardo, per complessivi 40 comuni e circa 100.000 abitanti.
L’ambiente geografico e socio-economico è molto differenziato, con prevalenza di turismo, commercio e servizi in Salò e Riviera, di artigianato e piccola-media industria in Valle Sabbia, di turismo, agricoltura e artigianato in Valtenesi.
Il territorio offre opportunità di lavoro e di impiego ai nostri diplomati, a cui viene richiesta una preparazione sempre più qualificata e aperta alle innovazioni tecnologiche e alle relazioni internazionali.
L’Istituto a tal fine collabora con:

  • Comuni, Comunità del Garda, Comunità Montana di Valle Sabbia, Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano, Associazioni di categoria e Collegio dei Geometri e dei Ragionieri, Studi professionali ed Imprese, Azienda Speciale Consorzio Garda-Uno; Gruppo Azione Locale (GAL).
  • Mantiene strette relazioni con le realtà culturali e di volontariato, in particolare con: Mu.Sa. museo di Salò, A.S.A.R., Fondazione del Vittoriale, AVIS, Volontari del Garda, Gruppo Protezione Civile, Comitato Paritetico Edile di Brescia, Solidarietà Salodiana, Associazioni sportive e teatrali, Ateneo di Salò, Museo di Gavardo.
    In osservanza del D.P.R. n. 88 del 15 marzo 2010, l’Istituto ha costituito il Comitato Tecnico Scientifico che ha il compito di promuovere forme di raccordo tra i compiti educativi della scuola e i bisogni di imprese, aziende, professioni ed Enti locali.

Comments are closed.